Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Conte assolutamente irrilevante, nessun incontro

Stallo tra Macron e Merkel, prime nomine europee slittate


Stallo tra Macron e Merkel, prime nomine europee slittate
29/05/2019, 09:02

BRUXELLES (BELGIO) - Cominciano sin da subito gli screzi tra Francia e Germania nelle nomine per la Ue. Ci sono 5 poltrone di prestigio da decidere: Presidente della Commissione Europea, Presidente dell'Europarlamento, Presidente della Bce, Presidente del Consiglio d'Europa e Alto Rappresentante Europeo per i rapporti con l'estero. E bisogna accontentare ben quattro gruppi di partiti: popolari, socialisti, liberali e verdi. 

Il primo round è finito con un nulla di fatto, con il presidente francese Emmanuel Macron che ha bloccato la nomina di Manfred Weber, avanzata da Angela Merkel, come presidente della Commissione al posto di Jean Claude Juncker. Ovviamente ogni partito vuole un proprio rappresentante; e non sarà facile ottenere un accordo tra le parti. 

Anche il premier italiano Giuseppe Conte è a Bruxelles, ma per lui solo un incontro veloce con Juncker. Quindi è fuori dai posti che contano, anche se all'Italia spetta comunque un Commissario europeo. Conte ha proposto un ministero economico di peso, proponendo - pare, ma sui nomi non c'è certezza - Guido Crosetto, Giulio Tremonti oppure Luca Zaia. Bisognerà vedere le reazioni degli altri Paesi europei...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©