Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il “Tesoro”Usa: errore da 2.000 miliardi di dollari

Standard & Poor's taglia la 'Tripla A' all’economia americana


Standard & Poor's taglia la 'Tripla A' all’economia americana
06/08/2011, 09:08

NEW YORK - L’economia americana perde un altro “pezzo” della sua potenza, dopo anni di supremazia sui mercati internazionali, il rating, del Paese “stelle e strisce”, perde la  la 'Tripla A' che diventa 'AA+', con outlook negativo. Il rating è un metodo utilizzato per classificare sia i titoli obbligazionari, che le imprese   in base alla loro rischiosità. E' la prima volta nella storia che gli Usa si vedono ridurre il grado di affidabilità  che ora e' inferiore a quello della Germania, della Francia o del Canada.
Il Tesoro americano accusa l'agenzia di rating di aver commesso un errore da 2.000 miliardi di dollari nell'analisi che si e' tradotta nel downgrade degli Stati Uniti. Il Dipartimento guidato da Timothy Geithner ha ricevuto la bozza della decisione dell'agenzia di rating venerdì alle 13.30, ore 19.30 italiane. E l'esame, che si protratto per ore con la risposta che è stata inviata alle 16.00 (ore 22.00 italiane), si è tradotto in un'accusa aStandard & Poor's. L'agenzia ha ritardato la diffusione del comunicato che poi è stato reso pubblico dopo le 20.00, ore 2.00 italiane.
Non tarda la reazione del governo cinese, Pechino, a poche ore dal taglio deciso da Standard & Poor's, condanna la “miope” disputa politica avutasi negli Usa sul debito. “La Cina, il più grande creditore dell'unica superpotenza mondiale, ha tutto il diritto - si legge in un durissimo commento diffuso dall'agenzia Nuova Cina - di chiedere oggi agli Stati Uniti la soluzione dei problemi di debito strutturali e garantire la sicurezza degli asset cinesi denominati in dollari”.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©