Dal mondo / America

Commenta Stampa

Non si escludono interventi militari

Stati Uniti e Arabia Saudita: Ritorsioni su Iran

"Qualcuno dovrà pagare"

Stati Uniti e Arabia Saudita: Ritorsioni su Iran
12/10/2011, 19:10

La situazione nei confronti del governo iraniano sembra scaldarsi soprattutto dopo l’attentato sventato nei confronti dell’ambasciatore saudita negli Stati Uniti, Adel Al Jubeir. Pesanti ritorsioni nei confronti del governo iraniano sono state minacciate sia dagli Stati Uniti che dalla Rabia Saudita. Attualmente anche l’intervento delle forze dell’ordine è una misura che non è stata esclusa dal presidente della Commissione parlamentare sulla Sicurezza interna degli Usa,Peter King.
“Una palese internazionale” questa la definizione usata da Barack Obama riferendosi al piano iraniano.

Mentre le indagini circa l’accaduto continuano, i media iniziano a domandarsi se il complotto da parte dell’Iran verrà considerato dalla Casa Bianca come un atto di guerra.

Joe Biden, il vicepresidente americano, intanto fa sapere che l’Iran sarà ritenuto responsabile del presunto complotto e che l’amministrazione Obama sta lavorando per avere l’appoggio dell’opinione pubblica mondiale su una possibile risposta da parte degli Stati Uniti. “ Qualcuno dovrà pagare” riferisce il principe saudita Turki al Faisal.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©