Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Sono esplosi 12 fra autobombe e ordigni

Strage a Baghdad, 65 morti e 190 feriti

Colpiti i quartieri sciiti

Strage a Baghdad, 65 morti e 190 feriti
21/07/2013, 10:53

BAGHDAD (IRAQ) - Una serie di attentati anti-sciiti che sono stati messi a punto nelle ultime ore in Iraq, in vari quartieri di Baghdad, hanno provocato la morte di almeno 65 persone. Altre 190 sarebbero rimaste ferite, molte delle quali gravemente. A riportare le notizie, confermate da fonti mediche, è la polizia locale.

Almeno 12 tra autobombe e ordigni piazzati sul ciglio della strada in diversi quartieri di Baghdad sono esplosi nelle ultime ore causando 65 morti e 190 feriti. Gli ordigni sono esplosi tutti in zone commerciali al tramonto, quando la gente è intenta a fare la spesa dopo la fine del digiuno diurno caratteristico del mese del Ramadan e i mercati sono più affollati. L’obiettivo degli attentatori, infatti, era proprio quello di colpire quanta più gente possibile.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©