Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La decisione degli organizzatori dopo la tragedia

Strage alla Love Parade: l'evento cancellato per sempre


Strage alla Love Parade: l'evento cancellato per sempre
25/07/2010, 15:07

La Love Parade non si terra' piu': lo hanno deciso gli organizzatori dopo la tragedia di Duisburg, archiviando i 21 anni della storia dell'evento. Il Festival techno-rave prende vita a Berlino nel 1989, quattro mesi prima del crollo del muro, ed e' organizzato dal dj Matthias Roeingh, il "Dottor Motte" (Il dottor tarma). Si tratta di una manifestazione politica per la pace e la fratellanza attraverso l'amore e la musica. L'affluenza e' di circa 150 persone, per la parata viene utilizzato un solo camion. Lo slogan e' "Friede, Freude und Eierkuchen" (Pace, liberta' e pancakes). L'anno dopo l'edizione conta 2.000 partecipanti, quella successiva 6.000: e' un crescendo esponenziale, nel 1994 (lo slogan e' "Love 2 love") si arriva a 120.000 persone, che nel 1995 diventano 280.000. Nel 1996, le autorita' decidono di spostare la Love Parade dal celebre viale Kurfurstendamm al Tiegarten Park, nel Viale 17 giugno, lo stesso utilizzato per le parate militari durante il nazismo. A Berlino arrivano circa 750.000 persone. Passano gli anni e l'affluenza cresce ancora, il 10 luglio 1999 arrivano 1,5 milioni di persone: 50 camion e 250 dj animano la giornata, funestata dall'omicidio di un giovane. Secondo le autorita', non si tratta piu' di una manifestazione a carattere politico-musicale ma commerciale, quindi gli organizzatori devono farsi carico delle spese. Pesano sulle casse dello Stato in particolare i milioni gettati per ripulire il Tiegarten Park, trasformato in discarica alla fine di ogni edizione - si e' arrivati a contare fino a 200 tonnellate di immondizia -, e quelle per garantire la sicurezza (stimate in circa 400.000 euro a edizione). Critici anche gli ambientalisti, secondo i quali il Tiegarten e' stato letteralmente "devastato" dall'evento. Altri evidenziano l'alto consumo di alcol e droghe sintetiche - ecstasy, Lsd, anfetamine e Speed - la "vera ragione" di tanta affluenza. Nel 2001, un tribunale decide che gli organizzatori devono garantire le spese. L'edizione di quell'anno conta 'solo' 800.000 partecipanti, che diminuiscono ulteriormente nei due anni successivi. Nel 2004 e 2005 l'evento viene cancellato per mancanza di fondi. Nel 2006 la festa torna in piazza per l'ultima volta a Berlino, grazie alla sponsorizzazione di un'azienda di fitness: 500.000 i partecipanti. Nel 2007 la Love Parade va in scena a Essen, dove arrivano circa 1,2 milioni di persone. Nel 2008 sbarca a Dortmund, dove si registra il record di 1,6 milioni di partecipanti. L'edizione del 2009, prevista a Bochum, salta per ragioni tecniche e organizzative. Quest'anno, a Duisburg lo slogan e' "The Art of Love". Almeno 19 persone rimangono uccise nella ressa: il Dottor Tarma non ha dubbi, "la colpa e' degli organizzatori, come si puo' pensare di garantire un solo accesso all'evento? E' uno scandalo". Sulla scia della tragedia, Rainer Schaller, che ha ereditato le redini dell'evento, annuncia la definitiva chiusura della manifestazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©