Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

STUDIARE LE RELIGIONI PER AVVICINARE I POPOLI


STUDIARE LE RELIGIONI PER AVVICINARE I POPOLI
24/06/2008, 15:06

"Bisogna far conoscere a ogni credente i testi sacri della altre religioni, in quanto essi uniscono e non dividono, invitano alla misericordia, all'amore e a compiere il bene". Queste le parole rivoluzionarie di Hanna Mikhail Salameh nel corso della Conferenza del Centro Internazionale di Studi e Ricerche Oasis che si tiene in questi giorni ad Amman. Secondo Salameh, stimato ricercatore dell'Arab Archives Insitute, andrebbero introdotti corsi di cristianesimo nelle scuole arabe. "Il fatto di interpretare alcuni passi del Corano, della Torah o del Vangelo come un invito alla divisione, scaturisce dall'ignoranza 'dell'altro'" sostiene l'accademico. La Giordania deve essere un modello per tutto il mondo arabo: "Qui c'è vera convivenza. La nostra realtà è una, la nostra comunità è una". 
 

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©