Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Divampano i combattimenti a Malakal

Sud Sudan, affonda traghetto: morti oltre 200 civili in fuga

L'Onu lancia l'allarme: cessino le ostilità

Sud Sudan, affonda traghetto: morti oltre 200 civili in fuga
14/01/2014, 09:55

JUBA – Nel tentativo di fuga dalla guerriglia, oltre 200 civili - tante donne e bambini - sono morti annegati. Una tragedia nella tragedia in Sud Sudan. I combattimenti tra truppe governative e militari in rivolta, sono tornati a divampare a Malakal, capoluogo dello Stato nord-orientale dell'Alto Nilo. Secondo Philip Aguer, portavoce delle Forze armate, il traghetto sul quale avevano cercato scampo era "sovraccarico", ed è così affondato nelle acque del Nilo Bianco. "I passeggeri sono affogati tutti, erano tra le duecento e le trecento persone, compresi donne e bambini", ha aggiunto.
L’esercito governativo, tuttavia, ha dichiarato che non vi sono combattimenti in corso, e che nella giornata di ieri c’è stata una riunione per pianificare la pace. Durante l’incontro, durato appena 10 minuti, le parti hanno recensito la bozza di accordo sulla cessazione delle ostilità. Il progetto di accordo è una armonizzazione delle esigenze di entrambe le delegazioni.
La necessità per la cessazione delle ostilità è stata evidenziata da avvisi recenti delle Nazioni Unite. Il Sud Sudan è attualmente nella stagione secca . Nel mese di maggio la stagione delle piogge avrà inizio, e la distribuzione temporale di cibo e altri rifornimenti umanitari sarà molto più difficile da realizzare.
“Il tempismo è tutto . Ci sono pesci nei fiumi ora, pastori stanno cercando di proteggere le loro mandrie e la stagione della semina per il mais , arachidi e sorgo inizio marzo”, ha detto alimentare delle Nazioni Unite e rappresentante dell'Organizzazione Agricoltura a Juba , Sue Lautze . “E 'essenziale che la sicurezza e il ritorno della stabilità in volta il Sud Sudan immediatamente così che i rifugiati possano tornare alle loro case, campi, allevamenti e zone di pesca”.
Attualmente, sono circa 400.000 sudanesi del Sud ad esser stati sfollati a causa del conflitto scoppiato 15 dicembre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©