Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Stop ai colloqui per istanze degli oppositori

Sud Sudan, scontri tra esercito e ribelli

Obiettivo truppe: riconquista di Bor

Sud Sudan, scontri tra esercito e ribelli
05/01/2014, 19:43

Giuba-  L'esercito e i ribelli, che sostengono il deposto vicepresidente Riek Machar, continuano e combattere nel Sud Sudan mentre a Addis Abeba sono interrotti i negoziati fra le due fazioni.

A bloccare i colloqui sono state le insistenze oppositori perche' i politici arrestati dopo l'inizio della rivolta, a meta' dicembre, vengano rimessi in liberta', mentre il governo del presidente Salva Kiir vuole che siano processati.

Philip Aguer, il portavoce dei militari, ha dichiarato che le truppe stanno avanzando negli Stati petroliferi del nord. Il loro scopo e' la riconquista in tempi rapidi di Bor, capitale dello strategico Stato dello Jonglei.

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©