Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SUDAFRICA, PREMIER SOTTO ACCUSA


SUDAFRICA, PREMIER SOTTO ACCUSA
12/01/2009, 12:01

La Corte suprema del Sudafrica ha riaperto il caso relativo a Jacob Zuma, attuale premier sudafricano, stabilendo che è necessario proseguire con le indagini sulle accuse di frode e corruzione che gli erano state mosse.

Una sentenza precedente, formulata dal giudice Chris Nicholson, aveva scagionato il premier. La Corte, nella persona del giudice Louis Harms, ha però stabilito che tale sentenza era stata formulata da un tribunale non competente a decidere sul caso. Zuma, che ha sempre negato di essere colpevole, è uno dei candidati più quotati per la presidenza del Sudafrica. Le elezioni si terranno tra marzo e aprile di quest'anno e l'attuale premier ha già iniziato la campagna presidenziale. Nonostante la riapertura del caso, Zuma ha fatto sapere che rimarrà in lizza per la presidenza, a meno che la Corte non lo condanni. Non è la prima volta che Zuma si trova in tribunale. Nell'ottobre 2005 era stato accusato di corruzione e nel dicembre dello stesso anno di stupro, ma in entrambi i casi la corte lo aveva giudicato innocente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©