Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Proseguono gli scontri tra minatori e polizia locale

Sudafrica, sale la tensione a Marikana. 30 morti

Continua a salire il numero delle vittime

Sudafrica, sale la tensione a Marikana. 30 morti
17/08/2012, 10:18

MARICANA (SUDAFRICA) - E' salito a 30 morti il bilancio degli scontri tra la polizia sudafricana e i minatori in sciopero a Marikana, nel nord-ovest del Paese. Lo ha riferito il ministero della Salute del governo provinciale, citato dall'agenzia Sapa. Le forze dell'ordine hanno aperto il fuoco su migliaia di lavoratori che da quasi una settimana erano accampati nei pressi della miniera di platino di Lonmin a Marikana.

COLPI DI GOMMA - Gli scontri vanno avanti dallo scorso venerdì, ma quella di ieri è stata la giornata più dura. Dopo una violenta colluttazione tra polizia e manifestanti, il bilancio delle vittime era già salito a diciotto. Alcuni poliziotti avevano sparato colpi di gomma contro la folla in protesta. Questa almeno era la descrizione fatta da un testimone, che ha poi raccontato i veementi tafferugli creatisi tra le parti, e la reazione delle forze di polizia. 

MINIERA D'ORO - Lo scontro di sangue è avvenuto a circa una settantina di chilometri dalla capitale Johannesburg, lì dove sorge la miniera della Lonmin, terzo produttore di platino del Mondo, dove però ora sono stati imposti salari bassissimi (circa 400 euro al mese) e paventata la minaccia di licenziamento per tremila persone.  

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati