Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Sudan: Lubna preferisce un mese di prigione alla multa


Sudan: Lubna preferisce un mese di prigione alla multa
08/09/2009, 12:09

Ulteriore gesto di coraggio, da parte di Lubna Ahmed el-Hassein, la giornalista sudanese condannata a pagare 200 dollari di multa per avere indossato dei pantaloni (cosa proibita in Sudan, dove alle donne è consentitoindossare solo la tunica tradizionale). Dopo aver rinunciato alla propria carica presso l'ONU, che le garantiva l'immunità, ha dichiarato che non intende pagare la multa di 200 dollari. Questo significa, in base alla sentenza, che la donna dovrà scontare un mese di prigione. Ma la cosa non ha preoccupato Lubna.
Ma l'aspetto più importante è stata la pubblicità che Lubna sta ottenendo per l'abolizione di una legge come questa per cui è stata condannata, che punisce "l'abbigliamento indecente". Ovviamente cosa sia indecente è stabilito arbitrariamente da uomini e contro le donne.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©