Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il Sinabung fa tremare l'isola dopo 400 anni di silenzio

Sumatra, oltre 12mila sfollati per l'eruzione vulcanica


Sumatra, oltre 12mila sfollati per l'eruzione vulcanica
29/08/2010, 19:08

JAKARTA - Sale il numero di sfollati, così come la paura. L’isola di Sumatra è ancora avvolta da una densa nuvola di fumo, che nelle vicinanze del monte Sinabung raggiunge l’inquietante altezza di 1500 metri. Il vulcano è eruttato dopo quasi 400 anni di silenzio e ha ripreso in questi giorni la propria attività vulcanica.
Il Centro Catastrofi indonesiano ha fatto scattare il segnale di massima allerta, e ha confermato l’intensificarsi del fermento magmatico. Nella notte il Sinabung ha rigettato lava incandescente. L’autorità locale ha già fatto evacuare circa 12mila persone e al momento non risulta ancora alcun ferito.
Il servizio geologico nazionale ha ammesso di non conoscere a fondo le caratteristiche del vulcano, poiché inattivo fin dalla fine del XVII secolo. “La situazione è sotto controllo – ha spiegato il direttore Pryadi Kardono – e le squadre di emergenza sono già sul posto”.

Cresce la preoccupazione per i possibili movimenti sotterranei nei prossimi decenni. L’Indonesia si trova proprio all’interno di quello che i geologi chiamano "anello di fuoco"
 circondata da vari stratovulcani sottomarini che possono causare attività sismica e vulcanica anche pericolosa.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©