Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il governo si adegua alle pressioni dell'Ocse

Svizzera: addio al conto corrente anonimo per gli stranieri


Svizzera: addio al conto corrente anonimo per gli stranieri
12/11/2013, 21:10

ZURIGO (SVIZZERA) - La Svizzera sta progressivamente alzando le mani di fronte alle pressioni dell'Ocse, che vuole l'abolizione del segreto bancario. E così in questi giorni tutte le banche svizzere stanno contattando i loro clienti all'estero per porli di fronte ad un duro ultimatum: o rinunciano all'anonimato del loro conto corrente oppure il conto verrà chiuso. 
Il sistema di comunicazione, varia da banca a banca e da Paese a Paese; ma la sostanza resta uguale per tutti i clienti stranieri. E non c'è molto tempo: entro il 2016 se la Svizzera non si adeguerà, rischia di essere inserita nella black list dei Paesi non affidabili economicamente e finanziariamente, alla stregua di un qualunque paradiso fiscale, perdendo gran parte del proprio business internazionale. E quindi le banche devono mostrarsi trasparenti: chi nel 2016 avrà ancora conti anonimi, sarà perseguito penalmente dalle Procure svizzere. E la cosa potrebbe riguardare gli italiani che amano portare all'estero i soldi che evadono al fisco: senza anonimato, hanno la scelta se aspettare lo scudo fiscale per incamerare i soldi con una piccolissima penale oppure portarli molto più lontano, in quei paradisi fiscali oltreoceano che continueranno a nascondere i soldi che arrivano da parte di delinquenti e criminali di vario tipo. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©