Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il referendum è stato promosso da un piccolo imprenditore

Svizzera al voto sugli stipendi d'oro dei top manager


Svizzera al voto sugli stipendi d'oro dei top manager
03/03/2013, 10:48

GINEVRA (SVIZZERA) - Gli svizzeri sono oggi chiamati alle urne per esprimersi con un referendum sulle "remunerazioni abusive" dei top-manager.

La proposta di modifica costituzionale per mettere un tetto agli stipendi e ai bonus dei top manager delle aziende e delle banche aventi sede nel Paese è stata promossa dall'imprenditore svizzero Thomas Minder, un deputato indipendente che è riuscito a raccogliere le 100mila firme necessarie per richiedere una votazione popolare. L'intento è quello di rafforzare la posizione degli azionisti relativamente alle retribuzioni degli alti dirigenti delle società quotate in borsa. In tal modo stipendi e bonus dei top manager, che non sarebbero decisi più unicamente dal Consiglio d'amministrazione, subirebbero un maggiore controllo, attraverso cui sarebbe possibile porre un freno agli eccessi milionari.

Nonostante la Federazione delle imprese svizzere abbia condotto una costosissima campagna per il "no", stando ai sondaggi si prevede una schiacciante vittoria del "sì".

Le urne saranno aperte solo in mattinata, fino alle ore 12,00. Le prime proiezioni sono attese nel pomeriggio.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©