Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

SVIZZERA: MULTE STRADALI? NO, DISTRUZIONE DELL'AUTO


SVIZZERA: MULTE STRADALI? NO, DISTRUZIONE DELL'AUTO
23/12/2008, 14:12

La Svizzera ha deciso di varare un pacchetto di norme per ridurre l'incidenza degli incidenti stradali, che nel 2007 sono costati 384 morti e oltre 5000 feriti gravi. Alcune norme sono di semplice buon senso: obbligo del casco per i ciclisti; la patente auto che da eterna diventa decennale, considerando che ci possono essere alterazioni fisiche che possono influenzare la valutazione, come l'avanzare dell'età. Ma alcune sono veramente pesanti: per esempio la norma che prevede la confisca e distruzione immediata dell'auto, in caso di una violazione grave al codice della strada da parte del condicente, anche se non ne è il proprietario. Inoltre sono previste norme che obbligano chi costruisce o fa manutenzione delle strade vengano sistemati tutti i "punti neri", cioè i punti dove ci sono incertezze sulla sicurezza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©