Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

TAIWAN, EX PRESIDENTE CHEN SHUI-BIAN ACCUSATO DI CRIMINI FINANZARI


TAIWAN, EX PRESIDENTE CHEN SHUI-BIAN ACCUSATO DI CRIMINI FINANZARI
12/12/2008, 12:12

L'ex presidente taiwanese, Chen Shui-bian, è stato ufficialmente accusato di una serie di crimini finanziari, dopo l'arresto avvenuto il 12 novembre scorso.

Presidente in carica dal 2000 al 2008, Chen è accusato di concussione, falso e riciclaggio, in connessione con diversi episodi di corruzione. Data la gravità delle imputazioni che gli vengono rivolte, il procuratore speciale per la Corte suprema ha annunciato che chiederà per lui il massimo della pena. Da parte sua l'ex presidente Chen nega ogni addebito e parla di una congiura politica per far perdere le elezioni locali, che si terranno il prossimo anno, al suo partito, il partito democratico progressivo. Ma le indagini, che sono partite più di due anni fa, non coinvolgono solo l'ex presidente, ma anche anche la moglie, i due figli e altri undici familiari. Chen ha promesso di presentarsi a tutte le udienze che lo riguardano, a differenza di quanto fatto finora dalla moglie che, per diciassette volte, ha accampato motivi di salute per non comparire di fronte ai giudici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©