Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La foto sta destando curiosità e discussioni.

Tel Aviv, si va in spiaggia in bikini e fucile d'assalto


Tel Aviv, si va in spiaggia in bikini e fucile d'assalto
14/07/2012, 17:07

TEL AVIV (ISRAELE) - C'è una foto che sta facendo il giro del web. In essa si vedono due ragazze che stanno parlando tra di loro, in costume da bagno, sulla spiaggia di Tel Aviv. Tutto normale, se non fosse che una delle due porta sulla schiena un fucile d'assalto, anche se non sembra avere il caricatore.
Il motivo della discussione è come mai sta andando a mare con il mitra. Non è per motivi di sicurezza: quell'area è vietata agli arabi, quindi non c'è pericolo di un attentato. E, in un Paese dove tutti sono soldati - c'è la coscrizione obbligatoria a 18 anni, poi si resta comunque nella riserva fino a 50 anni, con obbligo di frequentare esercitazioni periodiche ogni tot anni per alcune settimane - la spiaggia è uno di quei posti dove raramente si vedono armi.
Una delle ipotesi più accreditate è che si tratti di una soldatessa che si è tenuta il mitra quando è finito il suo turno in caserma, senza passare in armeria a consegnarla. Una cosa possibile, salvo che il regolamento prevede a quel punto che l'arma debba essere tenuta il più vicino possibile; in caso contrario, si rischia una condanna ad una pena detentiva. Se la ragazza ha deciso di andare sulla spiaggia subito dopo essere uscita dalla caserma, questo spiegherebbe tutto. Certo c'è da chiedersi se non valeva la pena perdere 5 minuti per riconsegnare l'arma che non stare lì sulla spiaggia senza potersi fare il bagno. Perchè è chiaro che, se il regolamento è quello, il bagno le è di fatto vietato, finchè ha il mitra vicino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©