Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ankara minaccia il blocco delle relazioni

Tensione tra la Turchia e l'Ue sulla presidenza a Cipro


Tensione tra la Turchia e l'Ue sulla presidenza a Cipro
18/09/2011, 19:09

BRUXELLES - Tensione tra Turchia e Unione europea per la questione cipriota legata ai gasdotti, che tiene ancora in fibrillazione i rapporti nel Palazzo di Vetro di Bruxelles.
Ankara minaccia di nuovo il blocco delle relazioni se la Repubblica di Cipro, membro dell’Unione dal 2004, ne assumerà la presidenza di turno.
Sullo sfondo, la crisi turco-israeliana e le perforazioni cipriote di un giacimento di gas sottomarino, al centro di una disputa anche tra Israele e Libano.
“Se i negoziati di pace nell’isola non vanno a buon fine e l’Unione europea darà la presidenza di turno alla Cipro del sud, la vera crisi sarà tra la Turchia e l’Unione”, ha dichiarato a una televisione cipriota Beşir Atalay, uno dei quattro vice del premier Recep Tayyip Erdogan, “Provvederemo a congelare le relazioni. Come governo, abbiamo preso questa decisione: le nostre relazioni giungeranno a un improvviso blocco”.
La Repubblica greco-cipriota ha stipulato un accordo con Israele per lo sfruttamento del gas, accordo che per Ankara lede gli interessi di Nicosia, il nord dell’isola riconosciuto solo dalla Turchia.
L’Onu invita alla calma: teme che le tensioni mettano a rischio la riunificazione dell’isola.
Di certo non aiutano il cammino verso l’Unione che la Turchia ha intrapreso nel 2005.
 
 

Commenta Stampa
di da.ga.
Riproduzione riservata ©