Dal mondo / America

Commenta Stampa

Bush e Clinton a fianco di Obama

Terremoto: America unita per aiutare Haiti


Terremoto: America unita per aiutare Haiti
17/01/2010, 09:01


NEW YORK. Hillary Clinton con un aereo pieno di aiuti a Port au Prince, gli ex presidenti repubblicani George W. Bush e democratico Bill Clinton a fianco di Barack Obama. Unita per aiutare, l’America della politica polarizzata ha superato ieri le divisioni e si è rimboccata le maniche per una delle operazioni di soccorso più grandi della sua storia: Haiti schiacciata dal terremoto. «In queste ore difficili l’America si mostra unita», ha detto Obama lanciando assieme ai suoi predecessori un appello di raccolta fondi per la ricostruzione. Uno sforzo storico, ha osservato Obama, che si misurerà «non in giorni o settimane, ma in mesi e anni». «Aiutiamo perché siamo americani», ha scritto il presidente in un articolo per il prossimo numero di Newsweek. Il vertice dei tre inquilini della Casa Bianca ha fatto da apripista alla missione del segretario di Stato Clinton e del nuovo capo dell’agenzia americana per l’aiuto allo sviluppo UsAid Rajiv Shah ieri a Port au Prince. Un viaggio politico, per garantire credenziali al presidente haitiano Renè Preval incontrato in aeroporto, ma anche emotivo, nella città dove 35 anni fa Hillary andò in luna di miele.
Il viaggio della Clinton, prima esponente di un governo straniero a Haiti, ha preceduto di 24 ore quella del segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon: le Nazioni Unite hanno perso 37 funzionari accertati sotto le macerie ma tra i 150 e i 200 sono tuttora dispersi, molti di loro presumibilmente morti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©