Dal mondo / America

Commenta Stampa

La scossa di magnitudo 7,6 non ha provocato danni gravi

Terremoto in Messico. La figlia di Obama è in vacanza a Oaxaca

Il sisma è durato 40 secondi. Tanta paura per strada

Terremoto in Messico. La figlia di Obama è in vacanza a Oaxaca
21/03/2012, 09:03

OAXACA (MESSICO) - La scossa di terremoto che ha colpito il sud-ovest del Messico, a meno di 200 chilometri dalla località turistica di Acapulco, ha causato pochi danni e tanta paura nelle città del paese. È stata colpita anche la storica città messicana di Oaxaca, dove era in vacanza la primogenita del presidente americano Barack Obama, la tredicenne Malia. La ragazza “è sana e salva e non è mai stata in pericolo”, ha dichiarato la portavoce della First Lady Michelle, Kristina Schake. Malia sta trascorrendo una breve vacanza con 12 compagni di classe, protetta da 25 agenti del Secret Service, l’unità che si occupa della sicurezza del presidente e dei membri della sua famiglia. La città dove si trova la figlia di Obama è ad alcune centinaia di chilometri dall’epicentro del sisma che ieri all’ora di pranzo ha colpito il Messico.  Sono stati 40 secondi di paura che hanno fatto tremare il paese da una costa all’altra, senza però causare grossi danni. L’unico effetto di rilievo è stato il panico scatenato ad Acapulco, dove migliaia di turisti si sono precipitati in strada, uscendo dai negozi e dagli alberghi. È stato lo stesso presidente messicano Felipe Calderon a informare la popolazione tramite Twitter: “Aún no se reportan daños mayores” (Non sono segnalati danni gravi).

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©