Dal mondo / America

Commenta Stampa

Impresa della senatrice Wendy Davis: 13 ore a parlare

Texas: votata legge contro l'aborto, ma i democratici contestano


Texas: votata legge contro l'aborto, ma i democratici contestano
26/06/2013, 09:57

AUSTIN (TEXAS) - Dopo una lunga maratona parlamentare, il Senato del Texas ha approvato una legge che rende estremamente difficile per le donne abortire. Infatti, oltre a vietare l'aborto oltre le 20 settimane, la legge stabilisce che si può praticare l'aborto solo in ospedali muniti di sale chirurgiche e con medici abilitati ad operare in ospedali entro 30 miglia. Il punto critico è quello delle sale chirurgiche. Infatti il Texas è una stato enorme, misura oltre 1000 Km da ovest ad est e più o meno lo stesso da nord a sud. Questo, unito al fatto che negli Usa non esiste una sanità pubblica degna di questo nome, ha fatto sì che le uniche cliniche dove si può praticare l'aborto rispettando la legge appena approvata, siano cinque e concentrate nelle grandi città. Cinque sole cliniche per una popolazione che è quasi la metà di quella italiana. E' facile immaginare l'affollamento che si creerebbe, nonchè il disagiop per chi magari vive vicino ai confini dello Stato e deve viaggiare una giornata per raggiungere la clinica più vicina. 
Ma la votazione è stata molto contestata dai democratici, che hanno accusato la maggioranza repubblòicana di aver barato. Infatti, a mezzanotte è cessatala legislatura e i democratici sostengono che la votazione è iniziata dopo. Tesi negata dai repubblicani, che invece dicono che le procedure sono iniziate prima della mezzanotte; ma i democratici smentiscono, hanno le prove che i dati siano stati truccati in corsa.
Ma indipendentemente da chi abbia ragione o meno, è da apprezzare lo sforzo di Wendy Davis, senatrice democratica. Per arrivare a dopo la mezzanotte, si è applicata in una maratona oratoria di ben 13 ore. Una impresa non da poco, se consideriamo che, secondo le leggi del Texas, chi parla deve stare in piedi e non può appoggiarsi, nè allontanarsi per mangiare o andare in bagno. L'impresa ha scatenato anche una campagna di sostegno alla Davis su Twitter, con hashtag come #standwithwendy. La donna ha ovviato al problema spostandosi in giro per l'aula, andando a rispondere ai suoi contestatori repubblicani, ecc. Ma alla fine è stata bloccata dal vicegovernatore (nonchè presidente in aula) David Dewhurst, che l'ha accusata di andare fuori tema. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©