Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

THAILANDIA, MANIFESTANTI ASSEDIANO IL PARLAMENTO


THAILANDIA, MANIFESTANTI ASSEDIANO IL PARLAMENTO
24/11/2008, 10:11

In Thailandia il Parlamento ha rinviato una sessione di lavoro oggi, dopo che migliaia di manifestanti ne hanno preso d'assalto la sede nell'ultimo tentativo di rovesciare l'amministrazione eletta. Centinaia di agenti di polizia in tenuta anti sommossa, e con in mano soltanto degli scudi, non hanno nemmeno tentato di opporre resistenza davanti agli almeno 10.000 manifestanti del partito Pad (People's Alliance for Democracy), molti dei quali armati di spranghe e bastoni. Il presidente del parlamento, Chai Chidchob, ha detto che una nuova sessione -- per discutere della gestione di un vertice regionale che si terrà il mese prossimo nella cittadina settentrionale di Chiang Mai -- verrà riaggiornata "una volta che la situazione tornerà alla normalità". Il Pad, che ha organizzato la manifestazione dopo che una granata ha ucciso un attivista e ne ha feriti altri 23 la scorsa settimana, ha detto di voler prendere d'assalto altri uffici governativi, la borsa e le abitazioni di alcuni leader della coalizione attualmente al governo. Quando il mese scorso il Pad ha impedito l'accesso al Parlamento, la polizia ha reagito con lacrimogeni e caricando i manifestanti, provocando tafferugli in cui hanno perso la vita due persone e un altro centinaio, tra cui agenti di polizia, sono rimasti feriti. I sindacati del pubblico impiego hanno indetto uno sciopero nazionale per domani. Se effettivamente avrà luogo, lo sciopero acuirà l'impatto sull'economia della crisi economica.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©