Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il bilancio è di due morti e 45 feriti

Thailandia, scontri tra manifestanti antigovernativi e polizia

Secondo altre fonti i morti sono almeno quattro

Thailandia, scontri tra manifestanti antigovernativi e polizia
01/12/2013, 12:04

BANGKOK (THAILANDIA) - Sono in corso da ieri sera a Bangkok, in Thailandia, degli scontri tra manifestanti anti-governativi e polizia. Un lungo cordone di poliziotti e blindati posti in difesa della sede del governo e di tutta la zona ministeriale, protetta da una barricata di cemento e di filo spinato, fronteggiano gruppi di manifestanti che a più riprese, con il lancio di sassi e bottiglie, tentano di forzare il blocco.

E’ questa la situazione a Bangkok, dopo che stamane i manifestanti antigovernativi hanno fatto irruzione nel palazzo dove si trovava il primo ministro Yingluck Shinawatra, costringendolo alla fuga in un luogo più sicuro. I manifestanti antigovernativi, molti dei quali hanno sfilato sventolando bandiere thailandesi, foto del re e striscioni con scritto “We love the king”, stamattina hanno anche preso il controllo del canale pubblico Thai Pbs.

Il bilancio degli scontri è di almeno 2 morti e 45 feriti, ma un portavoce della camicie rosse, i sostenitori del governo, ha riferito che ci sono almeno quattro morti tra gli attivisti del movimento.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©