Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Più di 100 arresti

Thailandia: scontri tra polizia e manifestanti


Thailandia: scontri tra polizia e manifestanti
24/11/2012, 09:41

BANGKOK- Momenti di forte tensione si sono vissuti a Bangkok tra le forze dell’ordine e alcuni manifestanti.
Sembra che la polizia thailandese abbia usato gas lacrimogeni per ostacolare e fermare un corteo di protesta contro il governo, diretto davanti al palazzo reale.
Circa cento persone sono state arrestate.
La manifestazione è stata organizzata movimento monarchico Pitak Siam, guidato dal generale Boonlert Kaewrasit.
Stando alle parole del portavoce della polizia Piya Utayo sembra che il movimento anti governativo abbia forzato un blocco delle forze dell’ordine ferendo sette ufficiali.
A quel punto sarebbero stati sparati lacrimogeni contro i manifestanti.
Oggi sono previsti altri cortei.
Per tale motivo l’intera area dove si trovano il palazzo reale, il parlamento, la sede del governo e quella dell’Onu, è stata posta sotto la giurisdizione della legge di sicurezza interna.
Quest’ultima dà il permesso di effettuare arresti senza incriminazioni formali.
Bisogna precisare che il Pitak Siam è un movimento nato da poco in contrasto con l’ex primo ministro Thaksin Shinawatra, il tycoon in esilio che comunque controlla l’attuale governo, guidato dalla sorella Yingluck Shinawatra.

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©