Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Tentativo di convincere il presidente Ianukovich

Timoshenko: sciopero della fame per mancato accordo Ue

La leader dell’opposizione è attualmente in carcere

Timoshenko: sciopero della fame per mancato accordo Ue
26/11/2013, 10:25

UCRAINA – Non molla, Iulia Timoshenko, ex primo ministro e tenta il tutto per tutto per non far abbandonare all’Ucraina la strada verso l’Europa,  annunciando uno sciopero della fame a oltranza in solidarietà con i manifestanti.

L’obiettivo della leader dell’opposizione ucraina è convincere il presidente Viktor Ianukovich a firmare l’accordo di associazione e libero scambio con l’Ue che il governo di Kiev ha deciso di congelare pochi giorni fa scatenando massicce manifestazioni di protesta in tutto il paese.

La liberazione di Timoshenko è proprio una delle condizioni poste dall’Unione Europea per la firma dell’intesa, ma Ianukovich non ha alcuna intenzione di concedere la grazia alla sua rivale storica, e in Parlamento maggioranza e opposizione non riescono a trovare un accordo per soddisfare il compromesso suggerito da Bruxelles: far ricoverare in una clinica di Berlino l’ex “principessa del gas”, che da più di un anno e mezzo - quando non è rinchiusa in carcere - sta curando un’ernia del disco in un ospedale di Kharkiv. 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©