Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Una manifestazione contro il premier è degenerata

Tirana: assalto al palazzo del governo, due morti

CI sono stati spari sia dagli agenti che dai manifestanti

Tirana: assalto al palazzo del governo, due morti
21/01/2011, 17:01

TIRANA (ALBANIA) - Una manifestazione, organizzata dall'opposizione socialista contro il governo di Sali Berisha, sta incendiando le strade di Tirana, capitale dell'Albania. Il corteo infatti si era diretto verso il palazzo del governo, quando si è trovato di fronte uno sbarramento di agenti in assetto antisommossa. Non si sa chi sia stato ad iniziare (ciascuna parte dà la colpa agli altri) ma ad un certo punto è cominciato il lancio di sassi ed oggetti contundenti da parte dei manifestanti, di gas lacrimogeni e di getti d'acqua ad alta pressione da parte delle forze dell'ordine. Nella confusione sono stati anche sparati colpi di arma da fuoco e ci sono stati due morti, oltre a decine di feriti, non tutti medicati in ospedale.
Nonostante questo uso della forza, i manifestanti hanno sfondato il cordone e hanno circondato il palazzo del governo, davanti cui stazionano i poliziotti. La situazione è tesa ed ogni tanto ci sono cariche e controcariche da ambo le parti.
Il sindaco di Tirana, anche lui socialista, ha affermato che il suo partito non vuole giungere al potere senza passare per le elezioni. Tuttavia è da quando il governo di Berisha è stato legalmente eletto che i socialisti stanno facendo ostruzionismo in tutte le maniere, nelle assemblee politiche come per le strade. Una situazione di continua tensione, che ha impedito all'Albania anche di essere ammessa alle procedure per entrare in Europa. 
 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©