Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Dopo il primo rifiuto si è trovato un accordo

Tolosa: il corpo di Merah riposa in terra francese

Sepolto nel cimitero di Cornebarrieu: tomba anonima

Tolosa: il corpo di Merah riposa in terra francese
29/03/2012, 19:03

TOLOSA - Il padre aveva espresso il desiderio che i funerali si svolgessero in Algeria, ma il sindaco del paese dal quale proviene la famiglia si è opposto. Così il corpo di Mohammed Merah, il 24enne killer di Tolosa, che ha ucciso sette persone in tre diversi agguati, riposerà in terra francese. La decisione è arrivata dopo giorni di trattative: in un primo momento, prima del rifiuto dell’Algeria, le esequie erano previste giovedì pomeriggio in provincia di Tolosa, poi sono state rinviate per l’opposizione del sindaco all’inumazione di Merah nella stessa città dove sono stati compiuti i massacri. Il rinvio era stato giustificato con “ragioni di sicurezza e di ordine pubblico”. Alla fine, però, il sindaco è tornato sui suoi passi e il corpo dell’estremista islamico è stato sepolto nel cimitero del piccolo comune di Cornebarrieu, a cinque chilometri da Tolosa, in una delle tre sezioni riservate ai musulmani e la sua tomba resterà anonima.
Intanto, non si placano le polemiche su quello che appare sempre più un giallo. Il padre di Merah ha ribadito la convinzione che il figlio sia stato ucciso intenzionalmente dalle teste di cuoio della polizia, che invece avrebbero potuto catturarlo vivo, mentre la stampa continua a interrogarsi sulla reale identità del 23enne, dopo le indiscrezioni su un suo possibile ruolo di informatore degli 007 francesi. Secondo “Il Foglio”, il 24enne di origini algerine sarebbe stato utilizzato per anni dall’intelligence francese. La notizia per il momento è stata liquidata come falsa dal numero uno della Dcri, “Direction centrale du renseignement interieur”, Bernard Squarcini: “Non era un informatore dei servizi francesi nè stranieri”, ha affermato infatti il capo della Dcri.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©