Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Il terrorista rivendica il rapimento degli ostaggi in Niger

Torna Bin Laden, un messaggio contro la Francia


Torna Bin Laden, un messaggio contro la Francia
21/01/2011, 18:01

AFGHANISTAN- Ritorno col botto di Osama Bin Laden. Il pericoloso leader di Al Qaeda lancia un nuovo messaggio audio con il quale si rivolge al popolo francese.
In particolare, le minacce sono contro il premier Sarkozy: "Pagherete cara la vostra presenza in Afghanistan", dice il terrorista alla tv araba Al Jazeera, ed aggiunge che i due ostaggi francesi sequestrati in Afghanistan saranno liberati solo dopo il ritiro dei militari dal territorio. 
“La liberazione dei vostri prigionieri nelle mani dei nostri fratelli è legata ai ritiro dei vostri soldati dal nostro paese" - si ascolta infatti nel messaggio, che comunque secondo alcuni sarebbe stato registrato da una voce differente da quella del capo talebano - "Il rifiuto del vostro presidente di ritirarsi dall'Afghanistan è il risultato della sua subalternità all'America e questo rifiuto è una luce verde ad uccidere i vostri prigionieri... ma noi non lo faremo quando conviene a lui...".
Un attacco duro, fortissimo che si ritorce contro gli ostaggi detenuti in Niger dallo scorso settembre. Allora, furono rapiti sette uomini stranieri tra cui cinque francesi.
L’Eliseo intanto non ci sta, e sembra non lasciarsi intimorire dalle sue parole: l'ipotesi che la Francia "possa cedere alle minacce di Bin Laden e si ritiri dall'Afghanistan perché è Bin Laden che lo chiede è fuori dalla realtà", commenta il ministro francese dell'Energia, Eric Besson, a margine di un incontro con il ministro dello Sviluppo economico italiano, Paolo Romani.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©