Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Affonda un battello, dopo l'incidente con una petroliera

Tragedia marittima in Bangladesh: bilancio sale a 105 morti

Il bilancio è ancora provvisorio. Molti i dispersi

Tragedia marittima in Bangladesh: bilancio sale a 105 morti
14/03/2012, 17:03

DACCA (BANGLADESH) - Sono 28 le vittime della nuova tragedia marittima consumatasi in Bangladesh. Qui un traghetto con oltre 250 passeggeri a bordo è affondato, a causa di uno scontro, nella notte, con una nave mercantile. L’incidente è avvenuto nelle acque del fiume Meghna: il battello, lo “Shariatpur-1”, proveniente dalla capitale Dacca, è stato infatti urtato da una petroliera intorno alle 2:30, ora locale. Lo scontro ha causato una falla nell’imbarcazione, che dopo poco tempo si è inabissata nel fiume. Immediato l’allarme, al seguito del quale è subito partita un’unità navale di soccorso, che è riuscita a raggiungere il luogo della tragedia solo alle prime luci dell’alba. Secondo quanto viene riferito dai media locali, tra le vittime accertate vi sarebbero molte donne e bambini, ma soprattutto, è questo è un dato che preoccupa, il bilancio potrebbe aumentare con il trascorrere delle ore. Sono molte, infatti, le persone che ancora mancano all’appello. I dispersi resterebbero ancora 200 ed è sul loro ritrovamento che squadre di sommozzatori sono al lavoro dalle prime luci dell’alba. Intanto, le autorità di Dacca hanno aperto un’inchiesta per verificare le cause di quanto accaduto.

AGGIORNAMENTO ORE 17:45
KISHORI SHAR (BANGLADESH) - Il bilancio dei morti nel naufragio del traghetto Shariaptur 1 affondato ieri sul fiume Meghna è salito ancora. Si parla di 105 vittime che non sono riuscite a salvarsi in tempo, dopo lo scontro del traghetto con la nave mercantile. Le cause della tragedia sono ancora sconosciute. Secondo la polizia, il traghetto era sovraffollato e privo di misure di sicurezza.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano ed Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©