Dal mondo / America

Commenta Stampa

A stabilirlo uno studio dell'Università della California

Traumi e ferite? C'è la “cura della birra”


Traumi e ferite? C'è la “cura della birra”
09/02/2010, 22:02

USA - Ossa fragili e fratture dovute a traumi? Niente paura... basta berci su un bel boccale di birra. Perché pare proprio che la regina tra le bevande, abbia anche poteri curativi. E che, in particolare, faccia miracoli per l'osteoporosi.
A stabilirlo uno studio svolto dal “Department of Food Science and Technology” presso l'Università della California e pubblicato sul “Journal of the Science of Food and Agriculture”.
Grazie a malto e luppolo, infatti, viene evidenziato che la birra è una fonte ricchissima di silicio organico che aumenta la densità minerale ossea. Merito delle bucce, dove si concentra la maggior parte del prezioso minerale in grado di prevenire anche fratture e fragilità ossea.
Lo studio ha analizzato 100 tipi diversi di birre e il loro effetto sul contenuto minerale di femori e tibie.
Secondo i ricercatori, il silicio presente nella birra, si trova in una forma molto assimilabile e circa il 50% contribuisce a rafforzare le ossa e i tessuti.
Tra i vari tipi di birra, gli studiosi hanno trovato quantità del minerale "pro-ossa" che vanno dai 6,4 mg ai 56,5 mg.
Le più ricche sono quelle d'orzo, seguite da quelle al luppolo; quelle al frumento ne hanno meno. 
Ed è possibile verificare qual è la birra migliore anche mentre la si sta comodamente sorseggiando; quelle al malto con un colore più pallido contengono più silicio, poiché la cottura dei cereali è stata meno intensa, e quindi saranno più efficaci in caso di fratture.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©