Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Deve rispondere di due genocidi, e vari crimini di guerra

Tribunale dell'Aja: iniziato il processo a Ratko Mladic


Tribunale dell'Aja: iniziato il processo a Ratko Mladic
16/05/2012, 09:05

L'AJA (OLANDA) - Iniziata questa mattina al Tribunale penale internazionale la prima udienza del processo contro Ratko Mladic, soprannominato "il boia di Srebenica", in quanto è accusato della strage di 8000 civili di religione islamica avvenuta in quella città nel luglio 1995. Ma le accuse sono molte di più: c'è anche un'altra strage di circa 10 mila persone a Sarajevo, più altri quattro crimini di guerra e cinque crimini contro l'umanità.
Ieri il Tribunale ha respinto la richiesta di ricusazione di uno dei giudici fatta dalla difesa e quindi oggi si inizierà regolarmente con la dichiarazione di accusa della Procura, che dovrebbe durare anche domani; poi toccherà alla difesa. L'imputato non è detto che sarà presente, in quanto le sue condizioni di salute non gli consentono di stare in aula per molto tempo. Infatti i difensori hanno chiesto ed ottenuto che l'esame dei testimoni avvenga solo di mattina.
Mladic ormai non è più l'uomo di una volta: colpito da un ictus nel 1996 e da un altro nel 2008, è un settantenne semi paralizzato e poco lucido. Certo, rischia il carcere a vita; ma a che serve condannarlo, come certamente accadrà, in questa burletta che è il Tribunale penale internazionale?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©