Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ucciso ed abbandonato nel portabagagli di un auto

Trovato morto “El Matematico”, boss del narco brasiliano


Trovato morto “El Matematico”, boss del narco brasiliano
13/05/2012, 09:05

RIO DE JANEIRO  -  L’ hanno trovato, morto, in un portabagagli di un’auto. Marcio Jose Sabino Pereira, conosciuto come “El Matematico”, boss del narcotraffico più famoso di Rio de Janeiro, è stato brutalmente ucciso ed il cadavere occultato in un'auto abbandonata dai complici in fuga.
Marcio Jose Sabino Pereira  era una vera e propria autorità in fatto di narcotraffico e criminalità organizzata, su di lui emessi ben 15 mandati di cattura e una taglia da 10.000 reais (5.000 dollari americani).
Il cadavere è stato individuato da membri delle forze federali di sicurezza. Secondo quanto ricostruito dalla polizia militare, il boss è rimasto ferito in uno scontro a fuoco con le forze dell'ordine nella notte, nella zona di Bangu. Sembra che a colpirlo sia stato un tiratore speciale a bordo di un elicottero.
La sua morte è ora al vaglio delle autorità brasiliane che stanno indagando, dopo averlo ritrovato, su come e da chi sia stato ucciso.
Pereira è riuscito a sfuggire alla cattura con alcuni complici ma, qualche ora più tardi, in un luogo vicino al teatro della sparatoria, due agenti hanno trovato il suo corpo in un'auto con lo sportello semiaperto. L'ipotesi degli investigatori è che i complici di Pereira lo abbiano abbandonato quando si sono resi conto che era ormai morto.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©