Trump aggredisce l'Iran: “Non minacciate o la pagherete“ - JulieNews - 1

Dal mondo / America

Commenta Stampa

Anche il Segretario di Stato: "Siete come i mafiosi"

Trump aggredisce l'Iran: "Non minacciate o la pagherete"


Trump aggredisce l'Iran: 'Non minacciate o la pagherete'
23/07/2018, 09:58

WASHINGTON (USA) - Continua l'aggressione verbale di Donald Trump contro l'Iran. Questa volta con un tweet, scritto tutto in maiuscolo (e chi conosce la netiquette dei social network sa che il maiuscolo significa urlare) in cui scrive: "Non minacciare mai più gli Stati Uniti o ne pagherete le conseguenze, come pochi nella storia ne hanno sofferte prima. Non siamo un Paese che tollererà più le vostre stupide parole di violenza e morte. Fate attenzione". Il tweet è la risposta al discorso che il presidente iraniano Hassan Rouhani ha fatto domenica, in cui ha affermato che se gli Usa attaccheranno l'Iran sarà "la madre di tutte le guerre". Come si vede, siamo ben lontani da qualsiasi concetto di minaccia. 

A dargli manforte è stato l'ex capo della Cia e attuale Segretario di Stato (l'equivalente del nostro Ministro degli Esteri) Mike Pompeo. Che in un suo discorso ha accusato il governo iraniano di assomigliare a dei boss mafiosi. E poi ha aggiunto: "Il livello di corruzione e ricchezza tra i leader del regime dimostra che l'Iran è guidato da qualcosa che assomiglia alla mafia più che a un governo. Qualche volta sembra che il mondo sia diventato insensibile davanti all'autoritarismo del regime in casa ed alle sue campagne di violenza all'estero, ma l'orgoglioso popolo iraniano non resta in silenzio sui molti abusi del suo governo". Peccato che il popolo iraniano non abbia nulla in particolare da dire al proprio governo (a parte i soliti mugugni che ci sono in ogni Paese, compresi quelli occidentali). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©