Dal mondo / America

Commenta Stampa

"Nessuno può limitare la nostra sovranità nel mondo"

Trump all'Onu: "Gli Usa pronti a nuove sanzioni contro l'Iran"


Trump all'Onu: 'Gli Usa pronti a nuove sanzioni contro l'Iran'
26/09/2018, 09:03

NEW YORK (USA) - Discorso aggressivo come suo solito, quello del presidente statunitense Donald Trump all'Onu. Un discorso nel quale Trump si è messo più volte in ridicolo, come quando ha detto che "la mia amministrazione ha ottenuto più di ogni altra amministrazione nella storia", cosa che ha provocato una scrosciante risata generale. 

Molto più pericolose sono state altre frasi, come quando ha rivendicato per gli Usa il diritto di agire nel mondo senza alcun limite alla propria sovranità. Oppure quando ha minacciato nuovi bombardamenti sulla Siria, se ci saranno ancora notizie dell'uso di armi chimichre da parte di Assad (peccato che finora tutte le notizie in questo senso si sono dimostrate false e costruite dai mass media occidentali, ndr). Oppure quando ha accusato l'Iran di essere uno Stato che appoggia il terrorismo e per questo gli Usa predisporranno nuove sanzioni. Terreno quest'ultimo su cui la Ue ha già annunciato che non seguirà gli Usa, predisponendo al contrario un canale per velocizzare la burocrazia relativa. 

Trump poi ha rivendicato il suo diritto di imporre dazi alla Cina e alla Ue per ridurre il deficit della bilancia commerciale Usa. "Oggi l'America è più forte, più ricca, più sicura rispetto a quando sono diventato presidente meno di due anni fa. La Borsa è ad un massimo storico e la disoccupazione al minimo da 15 anni", ha tuonato Trump. Peccato che proprio nei giorni scorsi siano stati cancellati investimenti cinesi negli Usa che avrebbero potuto creare un milione di nuovi occupati...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©