Dal mondo / America

Commenta Stampa

"Non rispetteremo gli accordi con l'Iran"

Trump all'Onu: "Se Corea attacca, bisogna distruggerla"


Trump all'Onu: 'Se Corea attacca, bisogna distruggerla'
20/09/2017, 09:49

NEW YORK (USA) - Prima volta di Donald Trump all'Onu, con un messaggio pieno di odio e di minacce. Il primo obiettivo è stata la Corea del Nord: "Gli 'Stati canaglia' sono una minaccia per il mondo, se i giusti non affronteranno i 'pochi cattivi' che minacciano la pace nel mondo, sarà il male a trionfare. La denuclearizzazione è l'unico futuro accettabile. Se i nordcoreani ci attaccheranno non avremo altra scelta che distruggerli", aggiungendo poi che è incredibile che ci siano Paesi che sostengono Pyongyang. 

Il secondo obiettivo di Trump è stato l'Iran: "Oltre al potere militare enorme degli Usa, l'Iran ci teme, ha paura di noi, per questo il governo ha eliminato internet, per questo non consente le proteste studentesche. Ma noi non possiamo accettare i regimi. Mi appello affinché gli ostaggi, chi è lì contro il suo volere, sia immediatamente rilasciato". Ha aggiunto poi: "Non possiamo rispettare un accordo con l'Iran, non se acconsente all'implementazione di un programma nucleare", aggiungendo che "l'Occidente deve porre fine al regime di Teheran". 

Non è mancato il riferimento alla Siria: "Il regime criminale di Bashar al Assad ha persino impiegato le armi chimiche contro i civili" (notizia col tempo smentita dai principali giornali statunitensi, ndr). Nè quello a Cuba, accusato di non fare le riforme per i cittadini, o al Venezuela, dove ha accusato il presidente Maduro di aver introdotto una dittatura socialista che porta sofferenza alle persone. Quindi c'è da chiedersi se Trump voglia dichiarare guerra al mondo intero. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©