Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il discorso ufficiale in Tv dallo Studio Ovale

Trump: "C'è una emergenza umanitaria, serve il muro con il Messico"


Trump: 'C'è una emergenza umanitaria, serve il muro con il Messico'
09/01/2019, 09:39

WASHINGTON (USA) - Per gli americani c'è una certa sacralità quando il Presidente degli Stati Uniti fa un discorso dalla sua scrivania nello Studio Ovale. E' il massimo dell'ufficialità possibile. E ieri Donald Trump ha usato questo simbolo dell'ufficialità per cercare di fare pressione sui democratici per ottenere i 5,7 miliardi necessari per la costruzione del muro al confine con il Messico. 

E l'ha fatto evocando uno scenario da incubo: "C’è una crisi, umanitaria e di sicurezza nazionale, al nostro confine. Quanto sangue dovrà scorrere ancora, perché il Congresso si decida ad agire? L’unica soluzione è che i democratici votino una legge che difenda le nostre frontiere e riapra i servizi pubblici". E ha continuato dicendo che il confine è come un gasdotto attraverso cui i narcotrafficanti messicani portano negli Stati Uniti la droga. E poi ha elencato una serie di reati commessi da immigrati clandestini, per dimostrare come tutti gli immigrati siano criminali. C'è quindi una sorta di ultimatum ai democratici: o votano lo stanziamento per il muro oppure si dimostrano complici di questa situazione. 

In realtà, Trump sta solo tenendo in ostaggio il Paese. Prima ha rifiutato di accordarsi con i democratici per evitare lo shutdown, cioè il blocco dei servizi pubblici (con i dipendenti federali mandati a casa perchè non ci sono i soldi per pagarli) e adesso rifiuta di firmare qualsiasi bilancio che non contenga lo stanziamento per la costruzione del muro per il Messico. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©