ESCLUSIVA TIFOSI SU JULIE: Ecco come sarà il San Paolo dopo i lavori per le Universiadi.

Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ma ci sono dubbi legali anche tra i repubblicani

Trump dichiara l'emergenza nazionale per costruire il muro al confine con il Messico


Trump dichiara l'emergenza nazionale per costruire il muro al confine con il Messico
15/02/2019, 17:24

WASHINGTON (USA) - Il Presidente statunitense Donald Trump ha annunciato la dichiarazione dell'emergenza nazionale al fine di trovare i fondi per la costruzione del muro al confine del Messico. In questa maniera avrà a disposizione 8 miliardi di euro, presi dai fondi già stanziati per il welfare e per gli aiuti umanitari. Nel suo annuncio, Trump ha insistito: "Non è solo una questione di promesse elettorali, c'è una vera e propria crisi della sicurezza. E dire che il muro non funziona è solo una bugia, una grande bugia" e ha aggiunto: "Siamo di fronte a un'invasione di droga, di gang, di criminali, di persone, e questo è inaccettabile". 

Ma le sue parole non hanno smosso i democratici, che hanno annunciato una legge che blocchi la dichiarazione di emergenza nazionale. Una legge del genere ha bisogno per essere approvata di una maggioranza qualificata, e quindi dovrebbe essere votata anche da una parte dei repubblicani. Ma la decisione di Trump era osteggiata anche dal suo partito, dato che diventa un potere arbitrario: qualsiasi presidente potrà ignorare la volontà del Parlamento, se passa questa linea. Inoltre il Dipartimento della Giustizia ha avvisato la Casa Bianca che i giudici non avranno problemi a bloccare la dichiarazione di emergenza nazionale, costringendo Trump a bloccare tutto fino alla sentenza della Corte Suprema. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©