Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ma anche la Ue minaccia ritorsioni tariffarie

Trump minaccia Italia e Francia: "Niente digital tax o dazi al 100%"


Trump minaccia Italia e Francia: 'Niente digital tax o dazi al 100%'
03/12/2019, 09:32

LONDRA (GRAN BRETAGNA) - Dovrebbe essere un summit per festeggiare i 70 anni della NATO, ma in realtà raramente si è visto un vertice NATO così carico di tensione. Innanzitutto per il fatto che gli Usa vogliono che i Paesi europei versino più soldi per avere l'esercito statunitense a difenderli. Una pretesa che Trump ha avanzato sin dalla campagna elettorale del 2016 e che è sempre stata respinta. Ma soprattutto perchè ritornano le minacce del presidente statunitense sui dazi: "Aumenteranno fino al 100% contro quei Paesi che adotteranno tassazioni discriminatorie contro le aziende Usa". Il riferimento è in particolare ad Italia, Francia e Austria, che hanno adottato o previsto di adottare la cosiddetta digital tax, che colpisce le vendite on line. E poichè le multinazionali Usa sono molto avanti su questo piano, Trump le considera tasse contro l'economia Usa. 

Inoltre si apre un altro fronte. Infatti, dopo i dazi adottati nei confronti dei prodotti europei per la sentenza Wto che accusava la Ue di aver dato aiuti economici ad Airbus, adesso è arrivata una sentenza di senso opposto: anche gli Usa hanno dato aiuti economici alla Boeing. E quindi la Ue, anche se manca ancora la quantificazione del danno, chiede agli Usa di eliminare due miliardi di dollari l'anno di dazi (su 7,5 miliardi adottati) sin da subito. Inoltre, mentre Trump sbandiera la necessità di aumentare i dazi per un altro ricorso presentato sempre al Wto perchè la Ue continua ad aiutare la Airbus, la Ue risponde con una sentenza della Wto, a fronte di un altro ricorso, che attesta che gli aiuti economici della Ue non hanno danneggiato le vendite della Boeing in Europa. Insomma, occhio al brindisi in questo summit: lo champagne potrebbe essere parecchio avvelenato (metaforicamente parlando). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©