Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Bossi: "Si deve chiudere il rubinetto e svuotare la vasca"

Tunisi, Maroni firma accordo sulla questione immigrati

Barroso: "Affrontare la situazione con spirito costruttivo"

Tunisi, Maroni firma accordo sulla questione immigrati
05/04/2011, 21:04

TUNISI - Al termine di un negoziato durato diverse ore il governo italiano e quello tunisino hanno raggiunto un accordo in materia di immigrazione, firmato dal ministro dell'interno Roberto Maroni a Tunisi. Una trattativa durata dodici ore che "prevede anche il rimpatrio di cittadini irregolari". Non sono stati ancora rivelati tutti i dettagli dell'intesa, che verrà illustrata alla riunione del Comitato dell'unità di crisi. Intanto Bossi ha confermato la sua approvazione per i permessi temporanei di soggiorno per gli immigrati. Concessione che permetterà il soggiorno nei Paesi UE del Trattato Schengen. "Ora si deve chiudere il rubinetto e poi svuotare la vasca", ha detto il leader della Lega. Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni in un'intervista a un giornale straniero ha espresso la sua volontà di raggiungere degli accordi con il governo tunisino. "Se da Tunisi il premier non porta a casa il risultato, noi usciamo dal governo. La nostra base è scossa, e quando Bossi dice 'Fora di ball' si riferisce ad una tensione vera che sente la gente", ha detto. Il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso ha riferito il suo colloquio telefonico avuto ieri con il primo ministro tunisino Beji Caid Essebsi. " Abbiamo affrontato il problema delle immigrazioni. La Tunisia e L'Europa devono affrontare la questione con uno spirito costruttivo e di paternariato per la democrazia e la prosperità", ha affermato.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©