Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Lo scafo si è spaccato in due, forse per il sovraccarico

Tunisia: affonda un barcone di migranti, un morto e 10 dispersi


Tunisia: affonda un barcone di migranti, un morto e 10 dispersi
12/02/2011, 17:02

TUNISIA - La fuga di tunisini, terrorizzati dallo stato di semianarchia che c'è in questo momento nel Paese, comincia a fare le prime vittime. Uno dei barconi di migranti, diretto in Europa, si è spaccato in due ed è affondato nel golfo di Gabes, poco dopo la partenza dalla costa. Probabilmente la causa è da trovarsi nell'eccessivo sovraffollamento di questa imbarcazione e nello stato, probabilmente molto fatiscente. Infatti dalla Tunisia stanno partendo imbarcazioni di qualsiasi tipo, sempre sovraffollate, dove un passaggio costa dai due ai tremila dinari (1000-1500 euro).
E la richiesta di imbarcarsi è elevatissima, nonostante i prezzi elevati. Infatti i migranti non esitano a compiere furti, rapine e razzie, pur di procurarsi i soldi necessari a partire per l'Europa. Questo ha creato una ondata criminale senza precedenti, a cui le autorità non hanno nulla da opporre. Infatti, nella situazione di incertezza politica che c'è nel Paese, ben pochi sono disposti a correre rischi e a fare il proprio lavoro. Tanto che nel sud del Paese, che è la zona da cui partono la maggior parte delle imbarcazioni, si sta pensando di mandare l'esercito, che è l'unica risorsa utilizzabile in questo momento per mantenere l'ordine pubblico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©