Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Nuove accuse per la giovane attivista

Tunisia, Amina resta in carcere


Tunisia, Amina resta in carcere
30/05/2013, 21:57

Amina Tyler resta in carcere. È questa la decisione del giudice istruttore nei confronti dell’attivista tunisina. Nuove accuse per la giovane Amina: comportamento immorale e profanazione di un cimitero. Il giudice di Kairouan ha aggiunto che la ragazza sarà interrogata il 5 giugno. La giovane è stata arrestata dopo aver scritto la parola "Femen" sul muro di un cimitero e per il possesso di una bomboletta di gas lacrimogeno, postando poi su facebook la foto in cui si mostrava a seno nudo dinnanzi al cimitero imbrattato dalla scritta.  Inizialmente, si pensava che la Tyler se la sarebbe cavata con una pena più lieve:  una ammenda di 200 dinari, circa 100 euro ma a quanto pare il giudice ha deciso diversamente e l’attivista deve restare dietro le sbarre. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©