Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Il governo cambia idea: ok all'aiuto europeo

Tunisia: motovedetta sperona barcone, muoiono 29 migranti


Tunisia: motovedetta sperona barcone, muoiono 29 migranti
14/02/2011, 10:02

TUNISI - Le autorità tunisine hanno cominciato ad ordinare alle poche forze fedeli di fermare il flusso continuo di persone che stanno lasciando il Paese dirette in Europa (per lo più in Italia). E i risultati si sono fatti subito vedere: una motovedetta tunisina ha speronato intenzionalmente uno di questi barconi sovraffollati, causandone l'affondamento e la morte di 29 migranti, mentre altri 86 sono stati salvati.
Contemporaneamente il Ministro degli Esteri tunisino si è anche detto disponibile ad accettare l'aiuto europeo, che solo due giorni fa era stato rifiutato. Infatti il suo omologo italiano, Franco Frattini, farà una tappa anche in Tunisia, nel viaggio che lo porterà a visitare diversi Paesi che stanno vicino al Mediterraneo, come la Siria o la Giordania.
Nel frattempo resta drammatica la situazione a Lampedusa: 5000 persone sono sbarcate nelle ultime 48 ore ed altre sono in procinto di partire dalla Tunisia. E l'unica progetto elaborato dal governo italiano per risolvere la situazione è il rimpatrio forzato dei migranti

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©