Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

L'articolo 20 approvato quasi all'unanimità

Tunisia: nella Costituzione inserita la parità tra uomo e donna


Tunisia: nella Costituzione inserita la parità tra uomo e donna
06/01/2014, 18:14

TUNISI (TUNISIA) - "Tutti i cittadini, uomini e donne, hanno gli stessi diritti e doveri. Sono uguali davanti alla legge senza discriminazione". Così si esprime l'articolo 20 della nuova Costituzione tunisina, in discussione all'Assemblea Nazionale Tunisina. Una norma rara, nei Paesi islamici, approvata con 159 voti su 169. Ma ci sono ancora molti articoli da discutere, e poi la Costituzione dovrà essere ratificata. 
Ma molte associazioni umanitarie, cominciando da Amnesty Internation e Human Right Watch hanno protestato perchè l'articolo è troppo indeterminato, in quanto non viene specificato in cosa consisterebbe la discriminazione, se sia da considerare diretta o indiretta e così via. Insomma, il classico tentativo delle organizzazioni legate agli Usa di bloccare qualsiasi sviluppo sociale nei Paesi islamici.
Tra gli articoli approvati, importate il primo, che sancisce che la Tunisia è una repubblica, la cui lingua è l'arabo e la religione quella islamica. Il secondo articolo dice che è uno Stato a carattere civile basato sulla cittadinanza. La cosa importante è che sono stati respinti due emendamenti che volevano mettere come fonte del diritto il Corano o la Sharia. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©