Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Una ragazza rischia, dopo la violenza, una condanna

Tunisia: stuprata da poliziotti e accusata di atti indecenti


Tunisia: stuprata da poliziotti e accusata di atti indecenti
27/09/2012, 10:31

TUNISI (TUNISIA) - Una ragazza tunisina è stata violentata da due poliziotti che poi - beffa ulteriore - l'hanno denunciata per atti contrari alla decenza. 
I fatti, come racconta Al Arabiya, risalgono al 3 settembre scorso. La ragazza era in macchina col suo fidanzato, in una zona appartata, quando è arrivata una macchina con alcuni poliziotti a bordo. Mentre uno di loro ammanettava il ragazzo, gli altri due hanno steso la ragazza sul sedile posteriore della macchina e l'hanno ripetutamente violentata a turno. La ragazza ha presentato una denuncia, qualche giorno dopo, contro i poliziotti. Ma con sua enorme sorpresa è venuta a sapere che i poliziotti l'avevano denunciata per "atti contro la decenza", uno dei reati - tuipicamente legati all'estremismo religioso islamico che sta prendendo sempre più piede in Tunisia - introdotti di recente. E così la ragazza la settimana prossima verrà processata. Per i poliziotti si vedrà. 
 Se questi sono i risultati della "promavera araba"...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©