Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Tra loro 14 ufficiali accusati di appartenere a Ergenekon

Turchia: 40 militari arrestati per un presunto complotto


Turchia: 40 militari arrestati per un presunto complotto
22/02/2010, 15:02

ANKARA - Questa mattina in Turchia oltre 40 militari sono stati arrestati dalla polizia, come confermato dal primo ministro Recep Tayyp Erdogan, L'accusa è di aver complottato contro il governo e di aver pianificato l'uccisione dello stesso Erdogan. Tra gli arrestati, 14 alti ufficiali, tra cui due generali in pensioni, accusati di far parte di Ergenekon, una organizzazione segreta turca che ha l'obiettivo di destabilizzare e rovesciare il governo turco. Secondo i media locali, gli arrestati avevano elaborato un piano, chiamato "Balyoz" ("martello" in turco).
Queste sono le notizie ufficiali, ma in realtà c'è dell'altro. Infatti, secondo la Costituzione turca, l'esercito è il depositario e il difensore della laicità del Paese, stabilita nelle norme costituzionali; mentre Erdogan è a capo dell'Akp, che dietro le parole "Partito per la pace e per lo sviluppo" nasconde un'anima profondamente religiosa. Questo ha provocato numerosi contrasti tra governo ed esercito, con la Corte Suprema turca che è stata chiamata più volte a dirimerli. Quindi è ovvio che siano molti coloro che sospettano che possa essere in corso una manovra del governo tesa a sottomettere i militari all'esecutivo. Ed una prova di forza sarebbe sconsigliabile per entrambi, data la situazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©