Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Anche Martin Schultz propone di fermare Erdogan

Turchia: minacce contro i cittadini tedeschi e danesi


Turchia: minacce contro i cittadini tedeschi e danesi
20/03/2017, 09:04

ANKARA (TURCHIA) - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan continua la sua politica aggressiva contro la Germania. E così ieri se l'è presa con il governo tedesco per aver permesso ad un gruppo di curdi di manifestare davanti all'ambasciata turca, esponendo la bandiera del Pkk (il partito dei lavoratori curdi), giudicata da Erdogan "un simbolo del terrorismo". 

Inoltre il presidente turco ha continuato ad affermare che Deniz Yucel - un giornalista turco-tedesco inviato della Bild e arrestato in Turchia - è un terrorista che verrà processato dalla "magistratura indipendente" (una battuta umoristica, dopo le centinaia di giudici arrestati da Erdogan con l'accusa di complotto contro la sicurezza dello Stato negli ultimi 9 mesi, ndr). Nella vicenda è intervenuto il nuovo leader della Spd, Martin Schultz, che ha dichiarato che "bisogna dire chiaramente a Erdogan che così non va. E la sua strategia prima o poi fallirà".

Intanto, il governo danese ha reso noto che molti cittadini che hanno la doppia nazionalità turca e danese sono stati minacciati di ritorsioni sui loro parenti e amici in Turchia, oltre che di essere accusati di alto tradimento. Una situazione su cui il Ministro degli Esteri ha deciso di intervenire convocando l'ambasciatore turco per avere spiegazioni. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©