Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ali Yuksel ha tre mogli, ma ne desidera quattro

Turchia, polemiche per il consulente poligamo di Erdogan


Turchia, polemiche per il consulente poligamo di Erdogan
07/08/2010, 16:08

Ha già tre mogli, ma ne vuole quattro. Ali Yuksel, il nuovo consigliere del premier turco Recep Tayyip Erdogan, eletto nel mese di giugno, è al centro di grosse polemiche a causa della sua poligamia. Infatti in Turchia, pur essendo un paese musulmano, è vietata dal 1926 e nonostante il Paese abbia forti tradizioni laiche, la poligamia è molto diffusa. Nel mirino della stampa laica è Erdogan che ha scelto come suo consulente proprio un poligamo. Il premier, leader del Partito della giustizia e dello sviluppo (Akp), guida la Turchia dal 2002. Intanto il quotidiano popolare Vatan, in dubbio sull'affidabilità di Yuksel, domanda: "Quali consigli chiederà Erdogan a questa persona?" Questo genere di polemiche non sono nuove in Turchia, anche il presidente della provincia di Rize sul Mar Nero, membro dell'Akp, è stato più volte criticato per aver consigliato i matrimoni poligami, ritenuti un valido metodo per risolvere la questione curda in maniera pacifica. "Non esistono attualmente sanzioni punitive, nonostante la bigamia sia proibita in Turchia. I matrimoni religiosi che permettono la poligamia possono rappresentare una minaccia per i diritti delle donne. Dovrebbero essere previste delle sanzioni per i dipendenti pubblici o comunque dei punti riservati alla questione nel Codice penale"- ha affermato l'avvocato Yasemin Oz dell'associazione Amargi a difesa delle donne.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©