Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La misura come ritorsione per assalto alla Freedom Flottilla

Turchia: vietato lo spazio aereo ad Israele


Turchia: vietato lo spazio aereo ad Israele
28/06/2010, 10:06

ISTANBUL (TURCHIA) - Continua la tensione tra Turchia ed Israele, dopo l'assalto dell'esercito con la stella di David alle navi pacifiste della "Freedom Flottilla" e dopo l'uccisione di almeno 19 persone sulla nave passeggeri turca che ne faceva parte. Al G20 di Toronto, il premier turco Tayyip Erdogan ha confermato che lo spazio aereo turco è stato chiuso ai velivoli israeliani. Al Ministero dei Trasporti di Tel Aviv però non risulta nulla del genere, dato che i voli passano regolarmente sopra la Turchia (gran parte delle aerovie che portano all'Europa dell'Est passano di lì). Tuttavia già alcuni giorni fa un gruppo di aerei israeliani diretti in Polonia hanno ricevuto un secco rifiuto quando hanno chiesto il sorvolo della Turchia. Naturalmente la cosa non ha avuto nessuna conseguenza: gli aerei hanno allungato la strada, passando sopra la Grecia e poi proseguendo verso la loro destinazione.
A questo punto resta l'incognita: se il provvedimento si attua solo contro gli aerei militari, il danno per Israele è praticamente insignificante, dato che sono rari i casi in cui si trovano a sorvolare il cielo turco; se però questo divieto venisse esteso ai voli civili, questo potrebbe creare non pochi problemi alle compagnie aeree, che dovrebbero allungare il tragitto di diverse centinaia di chilometri per non sorvolare la Turchia; con conseguente aggravio delle spese e quindi dei costi dei biglietti aerei.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©