Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Il giovane freddato da un proiettile in piazza Enghelabi'

Ucciso il nipote ventenne di Moussavi


Ucciso il nipote ventenne di Moussavi
27/12/2009, 16:12

TEHERAN - A dare la notizia della sua morte è stato il sito iraniano  Parlemannews: la vita del nipote ventenne di Mir Hossein Mussavi  è stata stroncata da un colpo sparato in pieno petto. Ali si trovava insieme ad altri ragazzi e con loro stava manifestando in piazza  Enghelabi' contro il governo di Ahdaminejad. Alla polizia è stato dato l'ordine di far fuoco. Insieme al giovane sono morte almeno altre cinque persone. Il capo della polizia di Teheran, Azizollah Rajabzadeh, nega però con fermezza l'omicidio; dichiarando che nessuno tra i manifestanti è stato ucciso o ferito.
Ma quello che la rete e gli stessi manifestanti raccontano è molto diverso: polizia violenta, numerosi morti i cui cadaveri vengo fatti sparire e, secondo il sito Jaras, diversi agenti che si rifiutano di aprire il fuoco contro la folla disarmata ed inerme.
Intanto, sempre grazie alle fonti libere del web, trapela la notizia del corpo di Ali che si troverebbe ancora all'ospedale. Il nipote del massimo oppositore dell'attuale leader iraniano, infatti, era stato trasportato in nosocomio subito dopo essere stato colpito. I medici, però, non sono riusciti ad intervenire per salvargli la vita.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©

Correlati