Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ancora alta tensione a Kiev

Ucraina, esercito chiede a Ianukovich misure emergenza

Approvata l'amnistia per i manifestanti

Ucraina, esercito chiede a Ianukovich misure emergenza
31/01/2014, 11:29

KIEV – Resta alta la tensione a Kiev. L'esercito, infatti, ha chiesto al presidente ucraino Ianukovich di ''prendere le misure di emergenza nel quadro della legislazione vigente per stabilizzare la situazione nel Paese ed ottenere la concordia sociale''.
Il ministero della Difesa ha inoltre definito "inaccettabili" l'occupazione di edifici statali e l'intralcio al lavoro dei dirigenti statali e degli enti locali, sottolineando che l'ulteriore inasprimento del conflitto in Ucraina è una minaccia all'integrità territoriale del Paese. La notte del 29 gennaio il parlamento ucraino ha approvato un'amnistia per i manifestanti antigovernativi, ma a patto che questi sgomberino gli edifici occupati. Opposizione e dimostranti non sembrano però voler mollare.
Il presidente ucraino Viktor Ianukovich è in congedo per malattia a causa di "una infezione respiratoria acuta accompagnata da febbre". La malattia arriva nel pieno delle trattative tra maggioranza e opposizione per risolvere la grave crisi politica nel Paese.
Il presidente del parlamento ucraino Volodimir Ribak ha firmato la legge d'amnistia per i manifestanti antigovernativi approvata ieri notte in aula e che prevede la liberazione degli arrestati solo se saranno liberati gli edifici pubblici occupati.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©